Do what you love

29 novembre



Dicono che se trovi un lavoro che ami, o detto in maniera diversa, se ami il tuo lavoro non lavorerai neanche un giorno...
Beh ora non diciamo fesserie.
Io ho sempre pensato che qualsiasi, e dico qualsiasi, passione trasformata in professione diventa causa di stress. Siamo noi esseri umani che per sentirci meglio (accusando questa ingiusta vita) ci auto convinciamo, che la vita degli altri sia migliore, che la sfortuna colpisce sempre noi e che
il lavoro degli altri sia sempre più semplice del nostro.
Eddai su con questa autocommiserazione. Nessun lavoro è semplice, e se lo sembra, è soltanto da fuori credetemi.

C'è però una cosa, che fa la differenza quando ami quello che fai, si chiama: soddisfazione. 
La soddisfazione è quella sensazione di piacere che provi quando inizi da zero e raggiungi dei risultati, soprattutto se eri l'unico a crederci. La soddisfazione è svegliarti con aspettative e sogni, e di far uscire il meglio di te, ogni giorno. La soddisfazione è non aspettare il weekend per vivere la tua vita, ma viverla tutti i giorni facendo quello che ami.



Do what you love

Siamo tutti diversi, abbiamo interessi, stimoli, idee, punti di vista e caratteristiche diverse, per questo motivo ognuno di noi è destinato a un qualcosa. Il problema è capire a che cosa, ma sopratutto seguire quel "qualcosa" e non semplicemente accontentarsi, trovando conforto in una routine che non ti rende felice, ma ti fa andare avanti lo stesso.
Conosco persone che hanno studiato legge, si sono impegnati e hanno raggiunto un certo livello della loro carriera, dopodiché hanno capito che questa professione non li rende felici, abbandonando e dedicandosi ad altro. E' soltanto un esempio. Ma è esattamente questo di cui sto parlando. Abbiate sempre il coraggio di capire che cosa vi piace e entusiasma, che cosa nutre la vostra anima e vi fa stare in pace con il mondo. 

Io non guardo troppi film e non vivo in un mondo di unicorni e fiori magici, anzi vi dico la verità, sono anche pessimista di base. Il punto è che cerco sempre di vedere oltre le grige tende della routine, una cosa che dovremo fare un po' tutti. 

Cosa ti rende felice?

Ho conosciuto tante ragazze con cui appena si apriva il discorso "futuro & carriera", dicevano 
"sai non so proprio da dove iniziare, non so che cosa vorrei fare nella vita".
E' assolutamente normale, nessuno 20 anni è perfettamente inquadrato, ha creato un piano d'azione e programmato la sua vita nei minimi dettagli. Nella maggior parte di noi a 20 anni si sta sviluppando la responsabilità, quella vera, il senso di dovere e un mucchio di altre cose che questa società ci impone. Ma a parte questo, quasi nessuno sa esattamente dove va (e questo ci riguarda un po' tutti, non solo i ventenni).
Il consiglio che do a tutte, e a te che stai leggendo, è quello di provare ad immaginare la propria vita da qui a 10 anni (eh mica facile direte..) e vedere se c'è qualcosa, anche una piccola immagine che emerge nella vostra mente. Ed io sono sicura che c'è, perché tutti abbiamo passioni e sogni, solo che spesso questi non vengono riconosciuti come possibile carriera. A me per esempio, l'arte piaceva molto, ma ho studiato lingue perché era una soluzione più pragmatica, perché pensavo avrei avuto più possibilità a trovare lavoro. Ad oggi, posso confermarvi : ho sbagliato.
Quindi se c'è una piccola immagine, un bagliore li nel buio, che tu riesci a vedere, quello che io posso consigliarti è di seguire quell'istinto a tutti i costi.
Visualizza le cose che ti rendono felice (a parte la pizza), quelle che ti fanno brillare e lavora su quelle, vedrai pian piano quest'idea diventare sempre più nitida e prendere forma.


Abbi il coraggio di crederci 
Più che un consiglio, questo è un mood di vita. I nostri fallimenti sono spesso dettati dalla poca fiducia e facile arresa. Quindi se siete arrivati a capire chi volete essere e avete visualizzato una possibile strada ora non resta che crederci. D'altronde se una cosa ti stimola e ti rende felice non può essere cosi sbagliata, per cui credi sempre nei tuoi impegni e portali fino in fondo.

Mai dire Mai
Ah già.. la solita frase già sentita. C'è però cosi tanta verità in questa banalità, sai?
"Non potrò mai diventare come lei.", "Non arriverò mai a quei livelli a lavoro.",  "Non avrò mai una certa cosa.".
Ci sono cosi tante negazioni che diciamo tutti i giorni. Queste bloccano la tua mente a lavorare, bloccano anche la tua determinazione. Insomma se proprio vuoi usare un "non" usalo accanto ad "ancora": "Non sono ancora arrivata a quei livelli, ma potrò arrivare." Un giorno, chissà, con determinazione e un pizzico di pazzia nella vita si può fare tutto. Ma proprio tutto eh!
Quindi ripeti dopo di me: Se voglio raggiungere/avere/essere una determinata cosa, con molta fatica e sacrifici, ma ce la farò!



Doing what you love is freedom. Loving what you do is happiness. 



       
                      Earrings             Happinessbtq (click here)
                 Dress                    Loavies (click here)
Coat                         Zaful 
Bag                         Zara
      Shoes                    New Look

Use code "ellysa" to get 10% discount for orders over 19€.

You Might Also Like

3 commenti

  1. Bellissimo post Elisa! Stupendo anche il tuo outfit :)
    un bacione
    Elisa
    http://desiresinstyle.com/

    RispondiElimina
  2. Sadly I can't read this language, but I want to say that I love your coat.


    http://innapishtoy.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hi Inna, on the right sidebar you can select a language and translate!
      xxx

      Elimina

Like Ellysa on Facebook